Come scegliere l’asciugatrice? I nostri consigli

Scegliere l’asciugatrice è importante perché è un elettrodomestico in grado davvero di fare la differenza. Nel corso degli anni, l’acquisto dell’asciugatrice è diventato oramai essenziale per numerose famiglie che non possono più farne a meno. Questo vale soprattutto per coloro che vivono in zone dal clima piovoso e umido. Prima di scegliere però, bisogna rendersi conto che si tratta di un elettrodomestico talvolta dispendioso e quindi, va valutato con cura il suo utilizzo.

I dati sulle asciugatrici

Dal 2015 ad oggi, vi è stata una crescita di circa il 20% di utilizzo di questo apparecchio, con un aumento delle vendite che è salito di ben 300 mila unità in poco tempo. Tra le asciugatrici più vendute vi sono quelle a pompa di calore che a differenza invece, di quelle a condensazione riesce a garantire un risparmio energetico interessante. Vediamo però quali sono i dettagli da considerare nell’acquisto di un’asciugatrice e quindi, come scegliere la migliore per evitare inutili dispendi energetici e soprattutto, trovare un prodotto funzionale.

Scegliere l’asciugatrice, i fattori decisivi

La scelta dell’asciugatrice deve basarsi sempre sulla tecnologia che utilizza per generare calore. Vi sono alcuni modelli che generano l’aria calda attraverso delle ventole e delle resistenze elettriche, mentre altre invece, che funzionano come dei condizionatori e quindi hanno un consumo più moderato. Le asciugatrici a condensazione sono quelle di vecchia generazione, più economiche e che generano calore attraverso una resistenza elettrica ed una ventola. Poi vi sono invece, le asciugatrici con pompa di calore che funzionano generando in maniera elettrica il calore senza passare per la ventola. Questi sono i due modelli principali.

Le asciugatrici ad espulsione

In più, ci sono le asciugatrici a espulsione, dove il vapore creato dall’asciugatura viene scaricato all’esterno direttamente. Sono molto economiche, però chiaramente più difficili da installare. Infine, ci sono le cosiddette asciugatrici ventilate che sono proprio quelle primordiali, rispetto anche a quelle a condensazione che invece, hanno all’interno anche un condensatore, oltre alla ventola che genera calore con l’elettricità. Vanno valutate nell’attività di scegliere l’asciugatrice.

Scegliere l’asciugatrice: i consumi elettrici

Tra gli altri fattori di scelta decisivi per trovare la migliore asciugatrice vi sono i consumi. Infatti, la tecnologia a pompa di calore ha permesso di fare un grande passo avanti in questo senso. E’ la tipologia di asciugatrice che consuma meno, però è anche importante cercare classi energetiche elevate e quindi è opportuno, scegliere quelle di classe A +++ e mai al di sotto della classe A. Nel primo caso, il risparmio sarà notevole nel corso dell’anno. Inoltre, bisogna sempre trovare un’asciugatrice abbastanza capiente, in modo tale da fare un ciclo completo con una quantità elevata di vestiti.

Altri fattori da valutare

Nella scelta contano anche la quantità di funzioni. Un auto-spegnimento è fondamentale per evitare il dispendio di energia elettrica, la presenza di un display, la regolazione della temperatura in modo da avere un risultato ottimale, la funzione, la memoria, il sensore di umidità, la funzione antipiega, quella antirumore e anche il livello di asciugatura che è possibile selezionare.

I diversi materiali

Tutti questi programmi sono in grado di fare la differenza. Ciò vale, soprattutto, se si distinguono i materiali come ad esempio, lana, jeans, cotone con asciugature differenti. Infine, ad avere un ruolo chiave sono anche le sue prestazioni. In genere, si deve verificare quant’è la durata del ciclo di asciugatura standard ed è chiaro che un risparmio di tempo, farà anche la differenza in termini di consumi.